Dipende anche da te.

postato in: Amministrazione | 0

Riportiamo il volantino distribuito in questi giorni dall’amministrazione comunale della Civica Colognese:

[issuu layout=http%3A%2F%2Fskin.issuu.com%2Fv%2Fcolor%2Flayout.xml backgroundcolor=FFFFFF showflipbtn=true documentid=091005160111-4786851c7ae0492cb7e4e854eecb2719 docname=un_paese_pulito_e_curato username=civicacolognese loadinginfotext=Un%20paese%20pulito%20e%20curato%20dipende%20anche%20da%20te. showhtmllink=false tag=cologne width=615 height=400 unit=px]

La trasparenza della civica è una garanzia per tutti

postato in: Senza categoria | 1

Il sindaco e il vicesindacoLa Civica Colognese, con questo documento, continua la tradizionale informazione ai cittadini, secondo una regola di trasparenza che la caratterizza da sempre. Per questo motivo si ritiene opportuno informare sulle vicende avvenute all’indomani delle elezioni.
Con il loro voto i cittadini colognesi hanno sancito una decisa volontà di rinnovamento che ci impegneremo ad onorare al meglio. Il vecchio mondo politico che ha amministrato Cologne negli ultimi decenni dovrà accettare il cambiamento voluto dai cittadini e cercare di assolvere il proprio dovere di minoranza così come compiuto nel passato dalla Civica, anziché lasciarsi andare a sceneggiate grottesche in consiglio comunale, inserendosi in questioni interne alla Civica che non lo riguarda, il che tradisce, tra l’altro, la non accettazione della pesante sconfitta elettorale subita.

dsc01970In merito alle vicende che riguardano l’espulsione di un consigliere comunale dal gruppo consiliare della Civica , le cose stanno come segue.
Il 10 giugno scorso la Civica teneva un’assemblea per l’analisi del voto elettorale, in occasione della quale le circa 40 persone presenti, compresi tutti i consiglieri comunali, decidevano all’unanimità di chiedere a Franco Boglioni, coordinatore della Civica, di entrare a far parte della giunta, come assessore esterno.  Questo perché si  riteneva essenziale che la sua esperienza fosse messa a disposizione della giunta al suo primo mandato.
Dopo due giorni il consigliere in questione faceva sapere di avere cambiato idea, motivando la decisione con pesanti accuse verso il gruppo dirigente e celando in realtà  i veri motivi della nuova decisione, rimasti  tuttora sconosciuti. Comunque, lo stesso dichiarava di non accettare una decisione presa democraticamente all’unanimità, addirittura in assemblea, come sempre avviene nella Civica sulle questioni importanti.
Il comunicato letto poi in consiglio comunale è il frutto della fantasia di una persona che probabilmente non si è resa conto della gravità dell’atteggiamento tenuto. Precisiamo che nessuna offesa o minaccia è mai stata proferita dal nostro coordinatore nei confronti del consigliere in questione, comportamenti peraltro da sempre estranei ai lavori ed al costume della Civica.
La Civica Colognese, fin dalla sua nascita, è un gruppo composto da molte persone, guidate dall’ideale civico del buon governo e dal primato dell’interesse pubblico su quello privato, ed è in costante espansione, numerica ed elettorale. Ciò comporta , inevitabilmente,  lo scontro con i portatori di logiche personalistiche. Non è la prima volta che ciò accade e probabilmente non sarà nemmeno l’ultima. E’ evidente che chi si pone contro i principi di trasparenza, democrazia e priorità dell’interesse pubblico, che sono l’essenza stessa della Civica, raro esempio nel panorama politico del giorno d’oggi, si pone al di fuori di essa.

Da ultimo, ribadiamo che il nostro coordinatore aveva espresso la volontà di volere portare il proprio apporto alla nuova amministrazione dall’esterno  ma, che il gruppo della Civica, in modo compatto, gli ha chiesto, anche pubblicamente, di non venire meno alle sue responsabilità.

Continua

Centro diurno per la terza età

postato in: Gli interventi, Terza Età | 2

Il campo da bocce interno di CaprioloSi tratta del titolo del secondo convegno che abbiamo tenuto nel 2006. Anche il questo caso siamo partiti dall’analisi delle strutture esistenti nella zona, rivelatasi sorprendente: strutture all’avanguardia e capienti in comuni più piccoli di Cologne. Abbiamo coinvolto nel lavoro il direttore generale dell’Istituto Richiedei di Gussago, che gestisce anche il Centro Geriatrico di Palazzolo,  dr. Chizzoli, che ha tenuto una relazione.
L’opera sarà la più importante tra quelle pubbliche, perché dovrà essere adeguata alle esigenze di una popolazione in terza età sempre crescente. Abbiamo indicato i parametri su cui ragionare e la dimensione minima della struttura, da realizzare per moduli ed inserita in un indispensabile vasto parco.  Secondo prassi consolidata la giunta ha deciso per un progetto minimale, del tutto inadeguato, già sotto dimensionato prima che inizi a funzionare.
E’ indispensabile , invece, predisporre un progetto che guardi al futuro, da realizzare per gradi, senza spreco di denaro pubblico, come invece avvenuto per la biblioteca. Ci auguriamo che la giunta si astenga dall’avviare un’opera in campagna elettorale.

1 16 17 18 19