III – Urbanistica e Arredo Urbano

postato in: Il Programma | 0

 

Verranno messe in primo piano la salvaguardia del territorio e l’interesse pubblico garantendo l’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte all’applicazione delle norme in materia.

Ampliamento della Scuola dell’Infanzia Statale

• Mantenimento della cura nei confronti dell’arredo urbano.

• Nel caso di sblocco del Patto di Stabilità, realizzazione del nuovo Centro Diurno Anziani e completamento della rete fognaria.

• Viabilità: completamento della realizzazione del Piano del Traffico.

• Manutenzione adeguata delle strutture comunali.

Premere sulle Ferrovie dello Stato per la realizzazione dei due sottopassi ferroviari in via Roma e in via Peschiera così come previsto dal nuovo P.G.T. adottato nel 2012.

• Entro febbraio 2015 sarà pubblicato il bando riguardante i 50 Comuni dell’ambito Brescia 4 Sud Ovest per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas: sarà importante fare in modo che venga inserito nel bando di gara il completamento della rete pubblica di Cologne.

Completamento dell’asfaltatura stradale ove necessario e abbattimento delle barriere architettoniche.

• Realizzazione di un progetto per la messa in sicurezza dell’incrocio tra via S.Eusebio e via S.Maria facendo pressione sulla Provincia per un intervento congiunto con il comune.

• Premere sulle Ferrovie dello Stato per la realizzazione dei due sottopassi ferroviari in via Roma e in via Peschiera così come previsto dal nuovo P.G.T. adottato nel 2012.

• Completamento dei lavori del Cimitero (nuovi loculi e ossari).

Ampliamento della Scuola dell’Infanzia Statale.

 

Guarda cosa è già stato fatto:

LA VARIANTE AL PGT  (Tratto dal sito del Comune di Cologne)

 

IV – Sicurezza

postato in: Il Programma | 0

Rafforzare la collaborazione con il comando dei Carabinieri per garantire la lotta contro la criminalità e la clandestinità.

 

Prevenzione e informazione: educazione stradale sin dalla Scuola dell’Infanzia, incontri con gli anziani per la prevenzione delle truffe, sensibilizzazione dei cittadini al rispetto delle norme del codice della strada, dell’ambiente e della salute.

Potenziare l’organico della polizia locale, patto di stabilità permettendo.

Rafforzare la collaborazione con il comando dei Carabinieri per garantire la lotta contro la criminalità e la clandestinità.

• Pattugliare nei periodi e nei luoghi statisticamente più soggetti a furti.

Assumere a tempo determinato agenti di polizia locale nei periodi estivi.

V – Anziani

postato in: Il Programma | 0

reduciL’aspettativa di vita in costante crescita rende sempre più importante prevedere la realizzazione di un Centro Diurno per la terza età (patto di stabilità permettendo) moderno con spazi ampi e strutture all’avanguardia: dotazioni mediche e diagnostiche, sportello di consulenza, attività pre-geriatriche e geriatriche, senza dimenticare un ambitoricreativo e di intrattenimento.

• Promuovere una migliore collaborazione con la Casa di Riposo per l’erogazione di servizi alle persone anziane.

Coinvolgere gli anziani in attività socialmente utili.

• Ampliare le iniziative a favore del benessere dell’anziano.

Realizzare il progetto Banca del Tempo (scambio di prestazioni e servizi tra cittadini, giovani e anziani etc.).

VI – Sport, Giovani e Tempo libero

postato in: Il Programma | 0

L’obiettivo è quello di realizzare un centro di aggregazione alternativo ai luoghi abituali frequentati dai nostri giovani. Il parco Mioletta, l’area adibita a pic-nic insieme all’eventuale ampliamento del bar del Palazzetto dello Sport potranno diventare un centro di ritrovo in una zona sicura e ben servita.

• Per aiutare le famiglie durante i mesi estivi, in periodi diversi da iniziative analoghe si proseguirà la collaborazione con le associazioni per le attività dei Cres.

• Viste le difficoltà economiche del momento attivare un mercatino solidale di indumenti e piccoli oggetti, gestito dai giovani per accrescere il loro bagaglio di sensibilità e il loro senso civico.

• Promuovere il Servizio Civile Volontario.

• Attuare stage e tirocini lavorativi sia sul territorio che all’estero.

• Wi-fi libero nelle diverse aree del paese.

VII – Cultura

postato in: Il Programma | 0

Per riaffermare l’indiscutibile valore della cultura è fondamentale coinvolgere i cittadini in attività che possano stimolarli e renderli protagonisti nella vita sociale.

• Ampliare il ruolo della biblioteca non solo fonte di lettura, ma fulcro di iniziative culturali periodiche e permanenti.

Riorganizzare gli spazi della biblioteca secondo una logica di funzionalità.

Gemellaggio con un comune straniero della Comunità Europea.

• Riprendere l’iniziativa dello “Scambio del libro usato“.

Museo Civico: continuare nella raccolta dei reperti; apertura la domenica mattina.

• Valorizzare l’Aula multimediale attrezzata con videoproiettore.

• Condivisione e scambio di conoscenze tra anziani, che trasmetteranno le pratiche dei mestieri artigianali, manuali, etc, e giovani che a loro volta possano trasmettere le basi informatiche.

Gemellaggio con un comune straniero della Comunità Europea.

Festa Patronale: dovrà divenire sempre di più un momento di aggregazione sociale e culturale della collettività.

• Valorizzare il Cinema Teatro Parrocchiale, unico luogo adatto ad ospitare rassegne teatrali, musicali e cinematografiche, proseguendo la collaborazione con la Parrocchia.

 

VIII – Istruzione

postato in: Il Programma | 0

Collaborare con l’Istituto Scolastico, nel pieno rispetto delle rispettive competenze, sostenendone i progetti:

• essere cittadini attivi e attenti al proprio paese (Consiglio Comunale dei ragazzi).

• educazione alimentare.

• educare al riciclo e al riutilizzo.

• educazione stradale.

• incentivare la partecipazione dei bambini e dei ragazzi alle ricorrenze civili.

• borse di studio consegnate in occasione di conferenze pubbliche che trattano argomenti di cultura civica. Risalta la necessità di costruire la nuova struttura per la Scuola Primaria così come prevista dal P.G.T. approvato nel 2012. Si tratta di una spesa di almeno 5 milioni di euro che non può essere affrontata esclusivamente dal Comune. Bisognerà attivarsi per ottenere gli indispensabili finanziamenti e contributi da parte dello Stato.

IX – Energie alternative, Ecologia

postato in: Il Programma | 0

l monte Orfano e la zona pedemontana sono “IL” patrimonio di Cologne: intendiamo salvaguardarne il profilo, esaltarne il ruolo e renderlo presente nella vita quotidiana

Grazie alle nuove tecnologie e alla riduzione degli sprechi, i Comuni possono puntare all’autosufficienza energetica per le proprie strutture.

• Ricoprire con pannelli solari e fotovoltaici il tetto del Palazzetto dello Sport e della palestra della Scuola Media significherebbe soddisfare le esigenze energetiche degli stessi e di tutti gli altri plessi comunali (scuole elementari, biblioteca, etc….).

• Adottare, ove possibile, sensori e timer automatici per gli impianti comunali.

• La nuova raccolta differenziata ha dato ottimi risultati, ma per avere un Paese sempre più pulito ed ordinato non bisogna abbassare la guardia: sarà necessario proseguire nel monitraggio costante del servizio e di aggiornamento dei cittadini con incontri periodici. Mantenersi oltre il 70% di raccolta differenziata permette al Comune di non spendere nel conferire i rifiuti indifferenziati al termoutilizzatore di Brescia.

•Il monte Orfano e la zona pedemontana sono “IL” patrimonio di Cologne: intendiamo salvaguardarne il profilo, esaltarne il ruolo e renderlo presente nella vita quotidiana anche grazie al nuovo impianto d’illuminazione realizzato lungo la pista ciclo pedonale verso Coccaglio.

XI – Orti pubblici

postato in: Il Programma | 0

Presso il Palazzetto dello Sport è stata individuata un’area di proprietà del Comune per realizzare gli orti pubblici. Al bando pubblicato a dicembre 2013 hanno partecipato una ventina di cittadini che tra pochi mesi potranno dedicarsi a questa attività. Il Comune dovrà attivarsi per avviare il progetto e per incrementare il numero dei partecipanti.

Patto di stabilità

postato in: Amministrazione | 0

Patrono2010-285

In questi cinque anni di amministrazione, nonostante le enormi difficoltà economiche/finanziarie contingenti, il patto di stabilità è sempre stato rispettato

In questi cinque anni di amministrazione, nonostante le enormi difficoltà economiche/finanziarie contingenti, il patto di stabilità è sempre stato rispettato, grazie ad un impegno non indifferente, che sottopone amministratori e tecnici comunali a continue ed estenuanti verifiche per non sforare il patto stesso.

Pur vivendo la situazione finanziaria più disastrosa dal dopoguerra, abbiamo trovato la forza per avviare un profondo rinnovamento del paese, consapevoli che per raggiungere questo risultato era indispensabile l’aiuto dei cittadini e delle associazioni, i quali hanno fatto propria la filosofia partecipativa e di responsabilità.

A tutto questo si deve aggiungere la totale incertezza sui trasferimenti che lo Stato ogni anno deve agli enti locali e che obbliga i comuni a modificare continuamente le cifre di bilancio.

1 2 3 4 5 6 7 19